Cristiano Ronaldo
Foto Getty / Valerio Pennicino

Un’attesa lunga 5 mesi, resa vana dopo 90 minuti. La Juventus non riesce a completare la sua rimonta e dice addio alla Champions League agli ottavi di finale. Costa caro l’1-0 subito in Francia prima del lockdown, decisivo nel computo dei gol totali. Alla Juventus non basta infatti il 2-1 di questa sera, maturato grazie ad una doppieta di Cristiano Ronaldo che rimonta la rete di Depay su calcio di rigore.

Felix Zwayer
Foto Getty / Valerio Pennicino

Juventus che fa la partita, ma senza dominarla. Il Lione si lascia attaccare, difende anche in maniera sporca quando serve, poi prova a far male con la qualità e la velocità del reparto offensivo. Squadra giovane, ma anche smaliziata quando serve. Ouar lo fa vedere accentuando un contatto in area nel primo tempo che inganna l’arbitro Zwayer. Il fischietto tedesco compensa quello che sembra un errore, visto che Bentancur entra sulla palla e Bernardeschi sfiora appena lo scarpino del calciatore francese, assegnando un rigore ancor più dubbio per un tocco di braccio, attaccato al corpo, di Depay su calcio di punizione.

Cristiano Ronaldo
Foto Getty / Valerio Pennicino

Il disastro dell’arbitro però non può essere un alibi. La Juventus non riesce ad essere pericolosa in attacco, se non affidandosi alle giocate di Cristiano Ronaldo. CR7 ci prova in tutti i modi a ribaltare la gara, segna due reti, va più volte vicino al terzo gol, ma non compie il miracolo. Higuain spettatore privilegiato, direttamente dal campo. Dybala forza il rientro dall’infortunio e dopo 5 minuti si fa male. La squadra appare scarica fisicamente e mentalmente. Serata nera per la Juventus che fallisce, malamente, l’assalto all’obiettivo principale della stagione. Sarri rimugina a bordo campo: la prova di oggi non rende di certo più solida la sua panchina nonostante lo scudetto vinto.