Andrea Agnelli
Foto Getty / Alessandro Sabattini

Dopo 5 mesi di lunga attesa, il percorso in Champions League della Juventus dura appena una partita. I bianconeri battono 2-1 al Lione, ma in virù dell’1-0 subito all’andata abbandonano il torneo.

Maurizio Sarri
Foto Getty / Alessandro Sabattini

Deluso il presidente Andrea Agnelli ai microfoni di Sky Sport: “bilancio stagionale agrodolce, è stata una stagione difficilissima, abbiamo scritto una pagina di calcio fantastica vincendo il nono scudetto con Sarri, che è partito dal basso e ha fatto qualcosa di straordinario in Italia. In Champions League siamo delusi, è un risultato deludente per tutti. Se prima avevamo un sogno, oggi abbiamo un obiettivo. Uscire in questo modo col Lione ci deve lasciare tutti quanti delusi, ci prenderemo qualche giorno e faremo le valutazioni per la prossima stagione. Valutazioni con l’allenatore? Io faccio un discorso di società: la Juventus ha questi obiettivi e devono essere onorati, in Italia e all’estero. Abbiamo il miglior giocatore della storia della Champions League. Ripartiamo con rinnovato entusiasmo, senza dare per scontato giocare in Italia: si comincia sempre tutti a zero punti. Il bilancio lo si fa con il mister e lo staff per fare un’analisi completa, bisogna focalizzarsi sugli obiettivi mancati e raggiunti. Faremo valutazioni per come ritrovare entusiasmo, che ci deve portare voglia di giocare e vincere. Dicono che abbiamo una delle rose più vecchie d’Europa, può essere un tema. Anche alcune prestazioni. Quando uno cambia tanto, sa di incontrare difficoltà. Le abbiamo superate vincendo il nono scudetto consecutivo“.