Mancini
Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

Si parte con ancora più carica perché non giocando da tanto c’è ancora più voglia. Adesso la Nations League che è molto importante per il ranking e vogliamo andare in finale“. Si è espresso così Roberto Mancini in vista del raduno dell’Italia che si appresta al doppio appuntamento di Nations League contro Bosnia Erzegovina e Olanda.

Mancini
Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

Mancini ha inoltre escluso eventuali contatti con i top club europei, dicendosi concentrato solo sul progetto Italia: “mai nessuno mi ha cercato. D’altronde è difficile: ho iniziato un lavoro due anni fa e mi pare sia stato fatto ottimo lavoro, vogliamo continuare a crescere e migliorare, con l’orizzonte Europei e Mondiali, dispiacere lasciare una squadra che gioca bene a qualcun altro. Voglio fare bene agli Europei e fare bene al Mondiale. Sarebbe un dispiacere lasciare la Nazionale a qualcun altro. Questo è un raduno in una situazione più difficile rispetto al solito. Dobbiamo controllare la condizione fisica. I giocatori dell’Inter hanno finito da una settimana. Dovremo tenere conto dei test fisici ma i giocatori bravi, anche se non al massimo, la loro parte la faranno sempre. Dobbiamo ricominciare bene perché contro la Bosnia non sarà una partita facile, e poi valuteremo per quella di Amsterdam“.