Ross Kinnaird/Getty Images

Il francese Romain Langasque ha vinto con 276 (71 68 72 65, -8) colpi, rimontando dalla sesta posizione, l’ISPS HANDA Wales Open, il quinto dei sei eventi “UK Swing” con cui l’European Tour è ripartito dopo il lungo stop per l’emergenza sanitaria.

Sul percorso del Celtic Manor Resort (par 71), a City of Newport in Galles, hanno concluso al 27° posto con 284 (par) i tre italiani che avevano superato il taglio, Edoardo Molinari, Lorenzo Scalise e Renato Paratore, che ha sfruttato al meglio la ripresa del circuito con un successo nella prima gara (British Masters) e con la conquista di uno dei dieci posti nel field del prossimo US Open, il major in programma al Winged Foot GC di Mamaroneck (New York) dal 17 al 20 settembre, che sono stati assegnati ai primi dieci dello speciale ordine di merito “UK Swing” dopo il Wales Open.

E’ stato un finale a sorpresa in cui Romain Langasque, 25enne di Grasse, ha aggiunto all’unico titolo conseguito sul Challenge Tour il primo sul circuito maggiore grazie a un 65 (-6, sei birdie) con cui si è inserito in quello che sembrava dovesse essere un duello tra lo svedese Sebastian Soderberg e lo scozzese Connor Syme, in vetta dopo tre turni. Langasque, arrivato con notevole anticipo in club house dopo aver firmato il suo “meno 8”, ha dovuto attendere a lungo, ossia fino a quando i suoi avversari diretti non sono giunti alla buca 18 (par 5). Non ha segnato l’eagle necessario il finlandese Sami Valimaki (278, -6), che però ha ottenuto la seconda piazza, perché Soderberg, al quale serviva un birdie per andare allo spareggio, e Syme, che cercava di mantenersi in alto, hanno entrambi mandato la palla in acqua pagando un prezzo molto salato in termini di classifica. Soderberg è finito quinto con 280 (-4), insieme agli inglesi Laurie Canter e James Morrison, mentre sono terminati terzi i meno aggressivi inglesi Matthew Jordan e David Dixon (279, -5), e Syme è scivolato all’ottavo posto con 281 (-3)

Renato Paratore (69 72 74 69) ha concluso la gara con un parziale di 69 (-2, quattro birdie, due bogey) rimontando dodici posizioni. Ne ha risalite ben 31 Lorenzo Scalise (72 71 74 67), che ha girato in 67 (-4) con cinque birdie e un bogey. Ha perso invece terreno Edoardo Molinari, quarto dopo tre turni, che ha finito con un 74 (+3, un birdie e quattro bogey).

Romain Langasque è stato gratificato con un assegno di 156.825 euro su un montepremi di 1.000.000 di euro e anche lui ha ricevuto un pass per l’US Open. Gli altri sono andati a Sam Horsfield, Thomas Detry, Andy Sullivan, Rasmus Hojgaard, Sami Valimaki, Adrian Otaegui, Connor Sime e a Justin Harding.