Hideki Matsuyama
Foto Getty / Andy Lyons

Dustin Johnson, leader mondiale e della FedEx Cup, e Hideki Matsuyama hanno risposto all’attacco portato nel secondo giro di Rory McIlroy, e sono saliti con 209 (-1) colpi in vetta al BMW Championship, penultimo evento della FedEx Cup e della stagione del PGA Tour 2019-2020, in svolgimento all’Olympia Fields CC (North Course, par 70) di Olympia Fields nell’Illinois.

I due di testa hanno entrambi realizzato un parziale di 69 (-1), Johnson (71 69 69) con tre birdie e due bogey e Matsuyama (67 73 69) con un eagle, due birdie e tre bogey. Johnson si trova per la 23ª volta al comando dopo 54 buche e nelle 22 occasioni precedenti ha raccolto 12 titoli. Sarà comunque una volata finale molto combattuta, perché solo i primi 30 della graduatoria FedEx accederanno alla gara finale, il Tour Championship (4-7 novembre), ma sarà importante anche salire più in alto possibile in classifica perché i punti si trasformeranno in colpi di vantaggio. All’East Lake GC di Atlanta, infatti, Il primo partirà da “meno 10”, il secondo inizierà da “meno 8” per proseguire con “-7”, “-6” e “-5” fino al quinto. Poi i concorrenti tra il sesto al decimo posto usufruiranno di un “meno 4” e si scenderà di un colpo per ogni successivo gruppo di cinque fino al par per l’ultimo (26°-30°). Al vincitore andrà il jackpot di 15 milioni di dollari nel contesto dei 60 milioni  di dollari distribuiti dalla FedEx Cup.

La coppia di testa ha due colpi di margine su Joaquin Niemann, Mackenzie Hughes e su Adam Scott (211, +1), mentre ha effettuato un gran recupero Jon Rahm (9° FedEx), da 39° a sesto con 212 (+2), autore di un 66 (-4) miglior punteggio di giornata (ottenuto anche da Kevin Streelman, 63° con 222,+12), malgrado un colpo di penalità.

Stesso score di Rahm anche per Rory McIlroy (12° e campione uscente FedEx Cup), in disaccordo con il putter, sceso dal primo posto dopo un 73 (+3), e scivolone di Patrick Cantlay, che lo affiancava al comando dopo due turni, 15° con 214 (+4) per un 75 (+5), il quale ha messo a rischio il suo ingresso fra i trenta. Tra costoro non ci sarà Tiger Woods (57° FC), rimasto in 55ª posizione con 220 (+10), che dopo due birdie e un bogey ha chiuso la giornata con un triplo bogey (72, +2). Navigano con un rendimento molto alterno Daniel Berger (4° FC) e Patrick Reed (10° FC), 26.i con 216 (+6), Collin Morikawa (5° FC), 37° con 217 (+7), Justin Thomas (2° FC), che non ha più possibilità di difendere il titolo nel torneo, e Bryson DeChambeau (7° FC), 43.i con 218 (+8).

Con questa classifica Johnson rimarrebbe leader della FedEx seguito da Matsuyama, Thomas, Webb Simpson, che si è concesso una settimana di riposo, Berger e Morikawa, con Woods 65°. Il montepremi del BMW Championship è di 9.500.000 dollari.

“Buca in uno” di Corey Conners – Il canadese Corey Conners, 21° con 215 (+5), ha realizzato una “hole in one” centrando dal tee la buca 6, par 3 di 150 yards, utilizzando un ferro 9. Per lui 70 (par) colpi con l’aggiunta di tre birdie e di cinque bogey. E’ il primo ace personale, il 24° nella storia del BMW Championship e il 26° nei PlayOffs.