Lewis Hamilton
Foto Getty / Pool

Finale pazzesco nel Gp di Silverstone. Le Mercedes dopo aver dominato la gara per 52 giri rischiano un doppio disastro: saltano le anteriori sinistre a Bottas ed Hamilton negli ultimi due giri. Il finlandese chiude 11°, Hamilton riesce a manterene la prima posizione sfruttando un’indecisione della Red Bull che preferisce chiamare Verstappen ai box per evitare che possa fare la stessa fine: l’olandese perde così la possibilità di sorpassare un Hamilton su 3 ruote. Terzo Leclerc che gestisce meglio le gomme e ringrazia.

Le parole dei primi 3 piloti al termine del Gp di Silverstone:

Lewis Hamilton: “fino all’utlimo giro la gara era andata a vele spiegate. Valtteri ha spinto al massimo, io ho gestito. Appena ho sentito che Bottas ha avuto un problema alla gomma, ho controllato la mia, ma tutto sembrava in ordine. Non pensavo sarebbe successo nulla, ma ho rallentato. In rettilineo la gomma è scoppiata: avevo il cuore in gola, non sapevo se macchina sarebbe arrivata al traguardo. Cercavo di mantenere la velocità senza che si rompesse l’ala o altro. Non so come siamo arrivati alla fine“.

Max Verstappen: “le gomme non sembravano in grandi condizioni a 10 giri dalla fine. Mi sono consultato con la radio dopo la foratura di Bottas, abbiamo deciso di entrare ai box per provare il giro veloce. Poi Lewis ha forato… ma sono contento del secondo posto, è un buon risultato per noi. È stata una gara solitaria, ho cercato di gestire il passo e le gomme“.

Charles Leclerc: “è stata una gara molto complicata, appena ho sentito che Bottas aveva un problema alla gomme ho rallentato parecchio, anche Sainz ha avuto un problema simile, anche Hamilton. È stato un colpo di fortuna per me, ma abbiamo fatto il massimo. Sono contento per come ho gestito le gomme e del bilanciamento della macchina. Abbiamo visto un buon potenziale, ma non è ancora al livello che vogliamo“.