Leclerc GP Silverstone
Bryn Lennon/Getty Images

Con la possibilità che piova in gara tutto è possibile, anche se sarà difficile vincere come l’anno scorso. Quello che dovremo fare è massimizzare il potenziale della vettura, lavorando fin dal venerdì duramente per scegliere al meglio la strategia da adottare in gara“. Si è espresso così Charles Leclerc in vista della gara di Spa, tracciato belga sul quale l’incertezza del meteo regna sovrana.

Leclerc
Charles Coates/Getty Images

Lo scorso anno Leclerc vinse la sua prima gara in F1, successo reso però più triste dalla morte di Anthony Hubert, amico scomparso nella Feature Race di F2 dopo un contatto con Juan Manuel Correa. Leclerc ha dichiarato: “l’anno scorso è stato molto difficile. Sabato sera dopo che tutti avevamo saputo della scomparsa di Anthoine è stato un momento davvero duro. La mattina dopo parlavo con Pierre (Gasly) e Estaban (Ocon), eravamo tutti amici di Anthoine, siamo cresciuti insieme, e Pierre mi ha detto ‘devi vincere per lui’, e sono riuscito a farlo. È stato molto, molto speciale, ma anche molto difficile allo stesso tempo, perché guidavo sulla stessa pista dove avevo appena perso un caro amico. Credo che sarà difficile anche iniziare a girare domani, non credo che a distanza di un anno sia cambiato qualcosa. Ho molti ricordi con Anthoine, alcuni momenti molto belli così come alcuni in cui abbiamo combattuto e non sempre è finita bene! Ma oggi ripensandoci sono tutti belli, probabilmente il primo ricordo che ho con Anthoine è stata la mia prima gara in assoluto nel campionato francese, dove c’eravamo io, Esteban (Ocon), Pierre e Anthoine. Ricordo che ero secondo fino all’ultima curva prima del traguardo, e lì mi sono preso con Esteban e credo abbia vinto Anthoine. Sono dei ricordi vivi, che credo resteranno tali per sempre, tutto il periodo in karting lo ricordo zeppo di giorni bellissimi, eravamo un gruppo di ragazzini che tra una manche e l’altra si divertiva giocando nel paddock, e in questi ricordi c’è sempre Anthoine“.