Lewis Hamilton Silverstone
Foto Getty / Rudy Carezzevoli

Una gara dominata in solitaria, poi conclusa con un batticuore pazzesco. La Mercedes si specchia nella sua forza, forse esagera tirando troppo la corda e rischia di fare harakiri con entrambe le macchine. Hamilton e Bottas si giocano la loro gara personale fin dalla partenza, sottotono per Hamilton e più scattante di Bottas che però, al momento di osare, si mostra timido e lascia passare Lewis. Il campione britannico tiene la testa della corsa per tutti e 52 i giri, ma Bottas gli sta sempre attaccato, per larghi tratti sembra averne anche di più.

Lewis Hamilton Silverstone
Foto Getty / Rudy Carezzevoli

Come detto, la Mercedes esagera a portare le gomme al limite. Nel finale, quando ormai per gli avversari sembrava possibile solo una lotta per il terzo posto, a Bottas salta l’anteriore sinistra. Verstappen sente l’odore del sangue e spinge, ma anche le sue gomme non sono messe bene. Hamilton ha un problema simile, la sua aneteriore sinistra è praticamente fuori uso. Red Bull chiama ‘Mad Max’ ai box per permettergli di dare il massimo nell’ultimo giro: col senno di poi forse una scelta sbagliata. Hamilton infatti gestisce le ultime curve rimaste anche con una gomma bucata e riesce a tagliare il traguardo prima che l’olandese possa rimontare.

macchina Leclerc
Bryn Lennon/Getty Images

Nel caos generale è Leclerc ad uscirne rinforzato con un ottimo terzo posto: il monegasco si gestisce bene, non perde mai la quarta posizione e approfitta dell’errore di Bottas (12° e staccato nella classifica del Mondiale) per salire sul terzo gradino del podio. Solo un’undicesima posizione per Sebastian Vettel, anonimo per l’intera corsa che chiude un weekend iniziato male (non riuscì a scendere in pista nelle FP1) e concluso sulla stessa falsa riga. Menzione d’onore per Gasly: 7° posto da ‘MVP degli altri’ per il francese che si piazza davanti ad Albon e continua ad instillare dubbi nella mente di Helmut Marko. Red Bull pronta ad un nuovo cambio?

Il racconto del Gp di Silverstone LIVE:

Giro 52/52 – Hamilton resiste e vince il Gp di Silverstone! Amarezza per Verstappen che, col senno di poi, avrebbe potuto rischiare (di bucare) e non fermarsi. Terzo Leclerc!

Tempi Gp F1 Silverstone

Giro 52/52 – Problema all’anteriore anche per Sainz ma soprattutto per… Hamilton! Verstappen e Leclerc spingono come forsennati dietro!

Giro 50/52 – Problema per Bottas: usura all’anteriore sinistra, Verstappen lo passa e va ai box per giocarsi il tutto per tutto. Leclerc ne approfitta ed è terzo

Giro 45/52Albon non ci sta e risponde a Gasly! Il talentino della Red Bull guadagna due posizioni e si mette a caccia dell’11° posto di Vettel

Giro 38/52Gasly sorpassa Vettel (11°) all’esterno. Il giovane talento dell’Alpha Tauri si mette in mostra: visti i problemi di Albon, possibile un nuovo scambio fra i due con il ritorno del francese in Red Bull

Giro 36/525 secondi di penalità a Giovinazzi per una scorrettezza commessa in regime di safety car

Giro 33/52 – Che battaglia fra Hamilton (1:29.326) e Bottas (1:29.617) in vetta alla corsa!

Giro 27/52Grosjean è 7°, tiene eroicamente tutti dietro senza aver effettuato pit stop. Ma si becca bandiera bianca e nera per troppi cambi di direzione

Giro 19/52 – Safety car out, si riparte!

Giro 13/52 – Botto Alpha Tauri! Kvyat a muro, macchina distrutta ma pilota illeso ma molto dispiaciuto nonostante dovrebbe trattarsi di un problema della monoposto. Safety car in pista

Giro 11/52 – Bottas non molla Hamilton, Verstappen terzo davanti a Leclerc, Vettel non si schioda dal 10° posto

Giro 8/521:30.533 il giro veloce di Hamilton

Giro 6/52 – La safety car abbandona la pista, si riparte!

Giro 2/25 – Contatto fra Magnussen e Albon, il pilota della Haas finisce contro le barriere. Subito safety car in pista

Giro 1/52 – Inizia il Gp di Silverstone! Bottas non sfrutta un’indecisione di Hamilton alla partenza, subito duello Verstappen-Leclerc dietro, posizioni invariate fra i 4

15:05Hulkenberg, che sfiga! Problema alla power unit: ritorno rimandato, non parteciperà alla corsa

14:55 – Piloti in ginocchio prima dell’inno nazionale, come sempre quest’anno, per dire basta al razzismo

14:45Problemi per Nico Hulkenberg! Il pilota tedesco, che sostituisce Sergio Perez, dovrà partire dalla pit lane

14:40 – L’analisi di Binotto: il quarto posto di ieri è merito di Leclerc. Qui abbiamo portato alettoni nuovi, nella speranza di essere più veloci”