Binotto
Mark Thompson/Getty Images

La Ferrari dovrà fare un importante reset dopo il venerdì ed il sabato in pista Spa: Leclerc e Vettel non sono riusciti a far meglio del 13° e 14° tempo nelle qualifiche del Gp del Belgio, fermandosi nel Q2.

binotto
Mark Thompson/Getty Images

Situazione difficile non posso esser contento, non lo è nessuno di noi, come non può esserlo nessuno dei nostri tifosi. Si tratta di capire e guardare avanti, già ieri nelle libere molta difficoltà con la macchina, non siamo risuciti a far funzionare le gomme, piloti in difficoltà, abbiamo provato a cambiare la macchina per oggi, non siamo arrivati al punto dove volevamo, ci servono ancora delle spiegazioni, spero che i nostri ingegneri capiranno cosa non ha funzionato. Siamo migliorati ma non basta per stare davanti“, queste le prime parole di Binotto ai microfoni Sky dopo le qualifiche.

Binotto
Charles Coates/Getty Images

C’è qualcosa che non abbiamo capito in questo weekend, questa macchina è la stessa delle gare scorse, a pari vetture c’è qualcosa che non ha funzionato. abbiamo fatto una scelta a livello di carico aerodinamico, un po’ penalizzante per la qualifica, credo ch eper noi ancora una volta più importante è capire cosa è successo, il pilota non avendo fiducia oggi due decimi di fiducia si trovano. la situazione di ieri ha compromesso la prestazione di oggi“, ha aggiunto il team principal Ferrari.

Per uscire da questo periodo serve pazienza e guardare al futuro, siamo concentrati sul 2021, abbiamo un obiettivo minimo che conosciamo, gare come queste non aiutano, la gara è comunque domani, non molliamo un millimetro. io penso che più stiamo girando più i piloti prendono fiducia con la macchina, io penso che potremo lottare con chi ci sta davanti, mi aspetto una bella gara, la gara è tutta da scrivere se troveremo un buon bilanciamento“, ha concluso Binotto.