binotto
Charles Coates/Getty Images

Il weekend di gara del Belgio è stato davvero disastroso per la Ferrari: dopo prove libere e qualifiche da dimenticare, anche la gara non è stata brillante per il team di Maranello, con Vettel e Leclerc rispettivamente 13° e 14°.

Binotto
Charles Coates/Getty Images

La Ferrari però non vuole parlare di crisi:no credo sia sbagliato! Sicuramente un bruttissimo risultato oggi, è un momento della stagione molto difficile, lo sapevamo già, covid non covid, il congelamento ecc. Sappiamo che dobbiamo tenere i denti stretti, dobbiamo costruire pe ril futuro, siamo in mezzo alla tempesta, non crisi. E’ chiaro che il risultato di oggi sia molto deludente, già la qualifica di ieri ha dimostrato le nostre difficoltà, inutile nasconderci dietro un dito“, ha affermato Mattia Binotto ai microfoni Sky.

Capiamo tutti, ci dispiace, quello che sta succedendo è in fondo una macchina cha ha perso potenza rispetto all’anno scorso, noi più degli altri, i limiti della macchina stanno emergendo e su di quello dobbiamo migliorare e lo sappiamo. La responsabilità ce la prendiamo tutti, io per primo come team principal e tutti a Maranello, siamo comunque tutti uniti, non c’è crisi o tensione, sicuramente c’è amarezza e frustrazione, ma va trasformata in determinazione. Bisogna saper guardare a quel che è stato fatto e a quel che dobbiamo fare. Monza? Dopo una gara come quella di oggi è difficile in una settimana, Monza rimane una pista di potenza, non sarà banale, vediamo come possono cambiare in qualifica gli equilibri senza il party mode, noi in questa face dobbiamo cercare di lavorare sodo“, ha concluso il team principal Ferrari.