Wolff
Charles Coates/Getty Images

La Mercedes alla fine ha firmato il Patto della Concordia per il quinquennio 2021-2025, ma il comportamento degli altri team non è piaciuto a Toto Wolff, apparso arrabbiato soprattutto con Ferrari, McLaren e Williams per aver firmato ieri il nuovo accordo.

Binotto e Wolff
Clive Mason/Getty Images

Il team principal austriaco ha espresso il proprio disappunto, senza però mai nominare direttamente i team nel suo mirino: “quello che mi ha frustrato è che noi, come squadre, non siamo in grado di unirci per avere un punto di vista comune. Quando ci riuniamo, tutti sembrano essere interessati alle stesse condizioni nei contratti, ma poi sento opinioni molto diverse da quanto detto tra di noi, anche di fronte alla stampa. Sono arrivato alla conclusione che se i team non sono in grado di perseguire un unico obiettivo comune a beneficio di tutti, allora come Mercedes dovremo tornare indietro e seguirne uno nostro”.