Lewis Hamilton
Foto Getty / Pool

Lewis Hamilton rinvia ulteriormente le discussioni sul proprio rinnovo di contratto con la Mercedes, appigliandosi questa volta a ciò che sta succedendo nel mondo, dove molte persone stanno perdendo il lavoro a causa del Coronavirus.

Hamilton
Peter Fox/Getty Images

Il britannico, sempre coinvolto in battaglie umanitarie come quella contro il razzismo, ha dunque posticipato qualsiasi incontro relativo al proprio prolungamento: “in tutta onestà, non mi sembra proprio il momento giusto. Se pensiamo che in questo momento storico, nel mondo tantissime persone hanno perso il proprio lavoro, sedersi e negoziare un grande contratto non è certamente la cosa più importante e di cui ho bisogno. In più, sia io che la squadra vogliamo continuare il nostro rapporto professionale, quindi non sarà un grande sforzo sedersi attorno a un tavolo e trovare un punto di incontro. Per questo aspetteremo ancora un po’. Non sto parlando con nessun altro e non vedo l’ora di continuare a lavorare insieme al team, soprattutto perché abbiamo appena iniziato un nuovo capitolo come squadra, sotto tanti punti di vista. Al momento, però, non ho alcun tipo di stress per questo”.

Hamilton e Bottas
Pool/Getty Images

Il campione del mondo poi ha speso belle parole per Bottas: “penso che la costanza sia un fattore positivo per una squadra e Valtteri ha avuto un’influenza molto positiva in questi cinque anni. È affidabile, svolge un lavoro incredibile in pista ed è un ottimo collega per tutte le persone all’interno della squadra, quindi penso che il rinnovo sia un tributo per tutto il duro lavoro che ha svolto in questi anni”.