Mark Thompson/Getty Images

Nuovo appuntamento a Silverstone per la Formula 1 che, dopo il Gran Premio d’Inghilterra, si prepara a vivere quello del 70° Anniversario.

GIOVINAZZIAntonio Giovinazzi è impaziente di scendere nuovamente in pista, anche se l’assenza dei tifosi continua a farsi sentire, una situazione che il pilota di Martina Franca spera passi il prima possibile: “non ci sono i tifosi, non è la Silverstone che ho conosciuto l’anno scorso. E poi c’è questo tampone a cui non riesco proprio ad abituarmi, anche perché è davvero fastidioso e doverlo fare ogni cinque giorni è una rottura” le sue parole alla Gazzetta dello Sport. “Ma son tutte cose che dobbiamo prendere per come sono, l’unico modo che abbiamo per correre è questo, dobbiamo farcelo andare bene. Anche perché poi quando abbassi la visiera e sali in macchina è tutto come sempre, per fortuna. Il compagno di squadra è il riferimento, e tanto di più lo è uno come Kimi che è un campione del mondo, che in gara è sempre uno dei migliori e che è ancora molto motivato. Stare davanti a lui mi permette di dimostrare chi sono“.

Giovinazzi
Mark Thompson/Getty Images

Quest’anno Giovinazzi avrà tre gare da disputare in Italia, una sensazione fantastica per il pilota di Martina Franca: “sono tutte e tre piste stupende. Purtroppo a Monza non ci saranno i tifosi, e io ne sentirò la mancanza più di tutti. E’ la pista dove vengono gli amici, anche dalla Puglia. E quest’anno era stata organizzata una tribuna col Fans Club, erano previste più di mille persone. Peccato. Al Mugello non ho mai gareggiato, ho fatto solo dei test con la Ferrari 488 per Le Mans. A Imola invece ci ho corso in Formula 3“.

Sainz GP Ungheria
Bryn Lennon/Getty Images

Sull’arrivo di Sainz in Ferrari al posto di Vettel, Giovinazzi ha ammesso: “sicuramente non l’ho presa bene. Ma del resto io nella mia carriera non ho mai avuto niente di facile. Avere quel sedile l’anno prossimo sarebbe stato troppo semplice per i miei gusti. Sarebbe stato fantastico però, sarei stata la persona più felice del mondo. Tutto quello che ho avuto fin qui l’ho guadagnato con tanti sacrifici. Ma so che avrò ancora possibilità, e ce l’avrò dimostrando quello che so fare in pista. Il mio sogno rimane intatto, e rimarrà sempre finché correrò“.