Tifosi Ferrari
Dan Istitene/Getty Images

Il pubblico italiano potrà presto tornare a presenziare agli eventi sportivi, seppur in misura ridotta. Grazie all’ultimo DPCM varato dal governo, in vigore dalla giornata di domani, i tifosi potranno accedere alle manifestazioni sportive a partire dal 1° settembre: saranno previsti 1000 spettatori per gli eventi all’aperto, 200 per quelli al chiuso. Nel testo si apprende anche che: “in casi eccezionali, per eventi sportivi che superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso, il Presidente della Regione o Provincia autonoma può sottoporre specifico protocollo di sicurezza alla validazione preventiva del Comitato tecnico-scientifico ai fini dello svolgimento dell’evento“.

Ancora chiusi gli stadi e i palazzetti che comunque, vista la ripresa delle attività sportive a settembre inoltrato, potrebbero beneficiare di nuove normative in un secondo DPCM alla scadenza di quello appena emanato (che terminerà il 7 settembre, ndr). Non ci sarà la quarantena obbligatoria per chi arriva dall’estero in Italia per partecipare alle manifestazioni sportive: basterà presentare un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti all’arrivo in Italia. Si apre la possibilità per avere Gp italiani di F1 (Monza, Mugello, Imola) e di MotoGp (Misano) con il pubblico presente, così come per gli Internazionali d’Italia di tennis e il Golden Gala di Atletica.