Mondiali Ciclismo 2020 logo

Il ciclismo torna a fare i conti con nuovi problemi legati al Coronavirus. La notizia era nell’aria da diverso tempo, adesso è arrivata la conferma: saltano i Mondiali di Aigle-Martigny 2020. La decisione è stata presa in correlazione alle stringenti norme di sicurezza (ad esempio quarantena obbligatoria per gli arrivi da oltre 45 nazioni) emesse dalla Svizzera, nazione nella quale l’emergenza Coronavirus preoccupa fortemente. Tali misure sono state estese fino a fine settembre e la corsa iridata era proprio in programma dal 20 al 27 settembre.

Si dovrà discutere ora di una possibile ricalendarizzazione di quello che è a tutti gli effetti uno dei più grandi appuntaemnti dell’anno. Il presidente UCI David Lappartient si era detto contrario ad un cambiamento di date e location, ma vista l’impossibilità di svolgere l’evento in Svizzera, potrebbero aprirsi nuovi spiragli. Si era parlato del Medio oriente, con Oman e Qatar possibili candidate, ma secondo la ‘Rosea’, nel mese di novembre, un tentativo potrebbe farlo anche l’Italia ospitando l’evento in Veneto o Emilia Romagna. Curva dei contagi permettendo…