Renato Di Rocco

Il Consiglio federale di mercoledì 26 agosto si è aperto con i complimenti alle Nazionali, protagoniste a Plouay. “A nome di tutto il Consiglio – ha detto il presidente Di Rocco – ringrazio i CT Dino Salvoldi, Davide Cassani e tutti gli atleti/e per lo splendido spettacolo offerto agli Europei in Bretagna. Le gare di oggi sono state l’esaltazione dello spirito di squadra, cifra storicamente distintiva del nostro sport, e di attaccamento alla maglia. Sono anche la migliore risposta alle difficoltà esistenti. Quando la situazione si fa difficile, come sempre il nostro movimento risponde con grandi risultati.”.

Apprezzamento, dal massimo dirigente federale, anche per l’organizzazione del Campionato Italiano in Veneto: “Ho assistito alle gare – ha detto Di Rocco – è devo dire che il gruppo di lavoro coordinato da Pozzato ha fatto veramente un ottimo lavoro, sia per quanto riguarda la gestione tecnica che per sicurezza ed il distanziamento oltre che per la comunicazione. Un gruppo di appassionati e competenti che con passione hanno ottenuto un grande risultato, realizzando una bellissima vetrina per i territori coinvolti a conferma dello straordinario valore promozionale e di valorizzazione che garantiscono gli eventi del ciclismo.

Sempre in apertura è stato fatto il punto sulle candidature italiane ai Mondiali. In questi giorni il Presidente ha accompagnato la delegazione UCI nei sopralluoghi ad Imola e Peccioli, Pontedera e Volterra (Valdera). Proseguono i sopralluoghi in Abruzzo, Alba Adriatica e Consorzio turistico dei Parchi ed a Varese, nella giornata di Giovedi. Una valutazione definitiva da parte della UCI sarà redatta alla fine del mese con comunicazione definitiva entro il 2 settembre. Al momento, oltre alle candidature italiane, vi sono in campo anche proposte da parte della Polonia, Olanda e Francia.

Riguardo la promozione del territorio attraverso il ciclismo, il presidente ha ricordato dell’incontro avuto a Roccaraso per valutare lo stato dell’arte sul nascente Centro nazionale federale pilota. E’ iniziata la tracciatura per i primi 500 chilometri. Si è già svolta la parte teorica dei corsi di formazione per i maestri di sci per ottenere la qualifica di guide cicloturistihe; a breve seguirà la conclusione con la parte pratica.

La Federazione segue con attenzione il progetto di far riconoscere il Giro d’Italia elite Grande evento e Patrimonio Nazionale: “Siamo convinti che possa portare beneficio a tutto il movimento ciclistico – ha ricordato Di Rocco – con il riconoscimento del valore culturale e sociale del nostro sport.”

AMMINISTRATIVE – Il Consiglio ha autorizzato la richiesta del CR Lazio di rinnovare l’accordo con la società che gestisce il velodromo di Forano per la prossima stagione.

SETTORE STRADA – Recependo le indicazioni provenienti da parte di tutti Comitati Regionali, valutata la situazione attuale della diffusione del Covid-19 e le attenzioni governative nei riguardi dell’aperture delle scuole (priorità assoluta anche per i giovani atleti), il Consiglio annulla lo svolgimento dei Campionati Italiani Esordienti e Allievi strada per la corrente stagione 2020.