Caduta Giro di Polonia

Triste epilogo per la prima tappa del Giro di Polonia 2020. Fabio Jakobsen è stato lo sfortunato protagonista di una terribile caduta: il ciclista olandese è finito in ospedale ed è attualmente in coma farmacologico. La caduta però non è stata accidentale. Nel finale della corsa, Dylan Groenewegen, nel tentativo di fermare la rimonta dell’avversario, ha stretto Jakobsen contro le transenne. Il ciclista orange ha dunque impattato contro le barriere facendo cadere molti altri corridori.

Patrick Lefevere, general manager della Deceuninck Quick-Step, squadra di Jakobsen, ha dichiarato: “devono mettere in prigione quel corridore della Jumbo-Visma”. E sui social ha aggiunto: “lo porterò in tribunale, il suo comportamento è un reato, non c’è spazio per azioni simili nel ciclismo“. Groenewegen, vincitore della tappa, è stato squalificato: la giuria ha assegnato il successo a Jakobsen.