E’ una giornata triste per l’intero mondo della boxe, si è spento all’età di 81 questa mattina Sandro Mazzinghi, uno dei pugili più forti e vincenti della storia italiana.

Guerriero indomabile sia fuori che dentro il ring, l’atleta toscano ha segnato un’epoca nel proprio sport, conquistando il titolo mondiale ed europeo nei pesi superwelter negli anni ’60. Una carriera iniziata grazie al fratello e proseguita poi con una forza di volontà fuori dal comune, riuscita a portarlo sui livelli di Carnera, Loi e D’Agata: gli unici prima di lui a prendersi un titolo iridato. Pazzesca anche la rivalità con Nino Benvenuti, tremenda e caratterizzata da due incontri che hanno segnato la storia di quella boxe che mai dimenticherà il ricordo di Sandro Mazzinghi.