Filippo Inzaghi
Foto Getty / Gabriele Maltinti

Si è conquistato la Serie A con sette giornate di anticipo, vincendo a man bassa lo scorso campionato di B. Adesso Filippo Inzaghi ha iniziato a preparare il suo Benevento per la prossima stagione, dove l’obiettivo sarà senza dubbio la salvezza, provando poi a costruire qualcosa di più importante.

Benevento
Francesco Pecoraro/Getty Images

Intervistato ai microfoni di Sky Sport, l’allenatore delle Streghe ha ammesso: “ho detto ai ragazzi di dimenticarsi quanto fatto lo scorso anno. Se ci avessero detto a inizio anno che avremmo vinto con 7 giornate di anticipo, non ci avremmo creduto. La A sarà difficile: chi viene promosso, nove volte su dieci retrocede. Siamo partiti prima perché pensavamo si iniziasse il 12 settembre, per questo siamo già qui: ma i miei giocatori sanno che se si alleneranno bene, avranno i giorni liberi. La base è molto buona, è arrivato Glik, arriveranno altri giocatori: conosco bene la categoria, ci serviranno giocatori importanti. Il nostro grande successo sarà la salvezza il prossimo anno“.

Ibrahimovic
Marco Luzzani/Getty Images

Inzaghi poi ha parlato dell’arrivo di Pirlo sulla panchina della Juve e del futuro di Ibrahimovic: “ad Andrea avevo già scritto quando era andato all’Under 23. Sarà dura, ma cominciare dalla Juve può essere anche un vantaggio. Andrea saprà il fatto suo. Dell’annata del Mondiale siamo in tanti ad allenare, è stato un gruppo particolare: volevamo trasmettere la nostra esperienza ai giocatori. Oltre alla voglia e alla serietà. Ibra? Abbiamo visto tutti quello che ha dato al Milan. Io sono un suo grande amico, spero che possa partire dall’inizio: può dare ancora tanto. Ogni tanto ci messaggiamo, ma di recente non ci siamo sentiti: ho fatto vacanza per due settimane, staccando un po’. Anche se non riuscivo a non vedere le partite”.