Lionel Messi
Pool/Getty Images

Il Barcellona deve fare i conti in questo periodo con la situazione Messi, l’argentino ha manifestato il proprio malessere al nuovo allenatore Ronald Koeman, rivelandogli di sentirsi più fuori che dentro al progetto blaugrana.

Koeman
Dean Mouhtaropoulos/Getty Images

Parole che hanno scosso l’olandese, il quale comunque non ha nessuna intenzione di lasciar andare la Pulce, come ammesso in un’intervista concessa alla televisione olandese Nos: “ho parlato con Guardiola di Messi, mi ha detto che è magnifico lavorare con lui e che Leo è un vincente, uno che vuole vincere sempre, qualsiasi cosa. E che se non vince si arrabbia, tanto. Capisco la sua frustrazione, e dopo un 8-2 in Champions è normale che si senta così, sarebbe strano il contrario. Ha ancora un anno di contratto e non vedo l’ora di lavorare con lui: dovrò fare in modo che Messi funzioni bene all’interno della squadra e che si senta importante. È il capitano e deve finire la carriera qui, Messi è il Barcellona e il Barcellona è Messi“.