Goretzka
Pool/Getty Images

Nona vittoria in nove partite giocate quest’anno in Champions League, percorso netto per il Bayern Monaco che ieri ha strapazzato 8-2 il Barcellona nei quarti di finale di Champions League. Otto reti che vanno ad aggiungersi alle 31 già segnate in stagione nella massima competizione europea, che portano il totale a 39 in 9 incontri per una media di 4,3 gol a partita.

Lionel Messi
Pool/Getty Images

Numeri impressionanti, commentati da Goretzka all’indomani del successo sui blaugrana, per i quali non c’è stata compassione: “fin dal primo secondo eravamo molto decisi nei contrasti, siamo entrati molto rapidamente in partita, sapevamo che dovevamo far sentire la nostra presenza. Il pressing è stato brutale. L’1-1 è stato un piccolo brutto colpo, ma la differenza l’ha fatta la nostra forza di volontà, non ci siamo fatti frastornare. Negli ultimi minuti avevamo le ali ai piedi. Abbiamo fiducia in noi stessi e sicuramente non la perdiamo dopo questa partita. Battere il Barcellona è stato però solo il primo di tre passi che vogliamo fare. Fa doppiamente male non avere la possibilità di festeggiare con i nostri tifosi. Compassione per Messi? Beh, non mi ha fatto male. Anzi, mi sono divertito“.