foto archivio Colombo/FIDAL

Sorrisi azzurri in Polonia, al meeting di Stettino. Negli 800 metri si rende protagonista di un bel miglioramento Elena Bellò che corre in 2:01.34, togliendo quasi un secondo al record personale di 2:02.28 realizzato due anni fa sulla pista belga di Oordegem. La 23enne vicentina delle Fiamme Azzurre, che si allena a Trento sotto la guida tecnica di Massimo Pegoretti, chiude al terzo posto nella gara vinta dalla britannica Alexandra Bell in 2:00.28 davanti alla connazionale Adelle Tracey (2:00.99). Nella passata stagione la veneta è riuscita a raggiungere la finale degli 800 agli Europei under 23, dove ha ripetuto il sesto posto della precedente edizione, e quest’inverno ha conquistato il suo terzo tricolore indoor consecutivo.

Nuovo progresso stagionale per Isabel Mattuzzi sui 3000 siepi. La mezzofondista delle Fiamme Gialle si impone con il crono di 9:50.73 e ritocca ancora il proprio miglior risultato dell’anno. Era la terza uscita dell’estate in questa distanza per la 25enne trentina, seconda azzurra di sempre (9:34.02 nel 2018), che aveva corso in 9:54.09 il 5 agosto a Espoo dopo l’esordio di metà luglio con 10:06.13 a Lahti, ancora in Finlandia. Nell’ultimo weekend era invece riuscita a centrare il personal best nei 5000 con 15:47.80 in una gara mista in Svizzera, a Regensdorf. Sulla pedana dell’asta settimo posto a Stettino dello junior Ivan De Angelis (Fiamme Gialle) che eguaglia il personale all’aperto di 5,15.