Bach
Matthias Hangst/Getty Images

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state rinviate alla prossima estate per colpa del Coronavirus, che ha spinto il CIO e il Comitato Organizzatore a far slittare tutto di un anno. La situazione resta allarmante, i contagi stanno risalendo e per il mese di ottobre è stata fissata una riunione per capire come affrontare la questione organizzativa, uno dei temi maggiormente delicati sul tavolo del CIO. Sulla questione è intervenuto il presidente Thomas Bach, spaventando tutti gli appassionati: “i Giochi Olimpici a porte chiuse sono chiaramente qualcosa che non vogliamo. Stiamo quindi lavorando per salvaguardare la salute di tutti i partecipanti e, dall’altro, riflettere lo spirito olimpico”.