Belinda Bencic
Foto Getty / Clive Brunskill

La stagione tennistica sta per iniziare, ma diversi campioni della racchetta sono incerti sui propri programmi per il 2020. Tutti vorrebbero tornare in campo a fare ciò che più gli piace, competere e vincere magari qualche trofeo, ma la paura di contrarre il Coronavirus, attraverso i continui viaggi per il mondo, è molto alta.

Lo si evince chiaramente dalle dichiarazioni rilasciate a Tages-Anzeiger da Belinda Bencic, insicura sulla sua partecipazione agli US Open: “sarei felicissima di giocare nuovamente un torneo dello Slam, ma la situazione a New York e negli Stati Uniti in generale è particolarmente difficile da gestire al momento. Dovremmo vivere in una ‘bolla’ e la sicurezza non può garantirtela nessuno. Personalmente credo sia troppo presto per pensare di giocare lì, anche se potrei tranquillamente decidere di farlo. Allo stesso tempo l’idea di mettermi su un aereo e di volare negli Stati Uniti non mi entusiasma, soprattutto vedendo le condizioni e le normative vigenti. Probabilmente preferirei spostarmi da una parte all’altra con la macchina“.