Inter-Juve
Emilio Andreoli/Getty Images

La Juventus sembra avere ingranato dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia, i bianconeri hanno inanellato tre vittorie consecutive che gli hanno permesso di allungare a +4 in testa alla classifica.

Inter-Brescia
Emilio Andreoli/Getty Images

Merito anche del ritrovato De Ligt che, dopo il lockdown, sembra aver acquisito quelle certezze mancate nei primi mesi in Italia. Il difensore olandese ha parlato di questa sua crescita ai microfoni di Sky Sport, partendo però dalla lotta scudetto: “stiamo dando vita a una corsa al titolo molto avvincente con Lazio e Inter. Ci sono ancora nove partite da giocare, ogni gare è importante e ogni squadra è vicina alla vetta. Per lo scudetto sarà una sfida tra noi tre. Penso che l’Inter sia una grande squadra, in questo momento è dietro solo di qualche punto, quindi dobbiamo stare molto attenti“.

De Ligt
Foto Getty / Francesco Pecoraro

La prossima gara sarà il derby contro il Torino, una sfida speciale per il difensore olandese: “penso che sia una partita davvero speciale, sia la Juve che il Torino vogliono vincere. Sarà senza dubbio una partita difficile, loro hanno una buona squadra con buoni giocatori, dobbiamo cercare di giocare al meglio anche in difesa per non lasciare occasioni agli avversari e vincere la gara. Il gol all’andata? E’ stato il mio primo gol in Italia, che ci ha dato una vittoria importantissima. Grazie a quella rete sono migliorato tanto, sono diventato il giocatore che sono adesso. Era un momento non facile per me, ricevevo molte critiche ed ero in difficoltà. Quel gol mi ha dato sollievo e felicità, non solo a me ma anche a tutta la squadra“.

Inter-Juve
Emilio Andreoli/Getty Images

L’ex Ajax infine ha individuato gli attaccanti più forti trovati in Italia: “penso che ci siano attaccanti forti e diversi. Lukaku ad esempio è possente e veloce, Immobile è molto forte spalle alla porta. Tutte le partite sono delle sfide, i nostri avversari hanno tutti attaccanti di alto livello. Prima delle gare cerco di studiarli a fondo per giocare al meglio e rispondere alle loro caratteristiche“.