Gravina
Paolo Bruno/Getty Images

Tra una settimana si concluderà l’attuale stagione di Serie A, ma Gabriele Gravina è già proiettato sulla prossima, che dovrebbe vedere la luce verso metà settembre.

Gravina
Paolo Bruno/Getty Images

Il numero uno della FIGC ha ammesso di essere alquanto preoccupato per una serie di motivi, legati ovviamente all’emergenza Coronavirus. Intervenuto ai microfoni de ‘La Politica nel Pallone’ su Gr Parlamento, Gravina ha ammesso: “lo scudetto è sempre un titolo di merito. In un momento così complicato, non solo per lo sport italiano ma per tutto il nostro paese a causa di questo virus, arrivare a questa conclusione credo sia un risultato straordinario. Per il campionato ma soprattutto per chi ha vinto il campionato. La mia mente e il mio cuore sono già al di là di questo campionato. Sono molto ma molto preoccupato per la prossima stagione: le squadre dovranno cominciare tra non molto i raduni e la preparazione e siamo in grandissimo ritardo nella conoscenza delle nuove procedure da seguire. Non sappiamo questo stato d’emergenza per quanto tempo ancora sarà prorogato“.