Perotti
Paolo Bruno/Getty Images

La sua carriera è stata costellata da numerosi infortuni, che gli hanno fatto perdere tantissime partite nel corso degli anni, match importanti che Diego Perotti ha dovuto guardare dalla tribuna.

Perotti
Gabriele Maltinti/Getty Images

L’argentino non è certamente fortunato quando si tratta di guai muscolari, causati spesso anche dalle non perfette condizioni dei terreni di gioco degli stadi italiani, nei confronti dei quali il centrocampista della Roma ha puntato il dito. Intervenuto ai microfoni di ‘Espn Redes’, Perotti ha ammesso: “i campi sono un disastro, vai a giocare col Milan e con l’Inter e sembra il campo del Deportivo Moròn che milita in terza serie in Argentina. Non so se si tratta di una questione climatica o altro. In Spagna andavo a giocare con l’Almeria che era ultima e il campo era perfetto. Ho un rapporto molto brutto con gli infortuni, per quanto mi riguarda spesso sono di tipo muscolari. Non sono lesioni gravi, in un mese circa si recupera. Ma quando te ne arriva una dietro l’altra, ti stanca“.

Perotti
Alessandro Sabattini/Getty Images

Perotti poi ha chiosato: “con gli anni che passano diventano sempre più fastidiosi. Non ti viene neanche più voglia di fare la riabilitazione, di andare a fare trattamenti in una clinica, di andare in palestra, di vedere i tuoi compagni andare a giocare sapendo che mancano magari quindici giorni per tornare ad allenarti. Sto molto attento, sicuramente c’è qualcosa che posso migliorare, ma il mio stile di vita non giustifica tutti gli infortuni. Però va bene, mi è toccato questo“.