Ekaterina Alexandrovskaya
Ryan Pierse/Getty Images

Una tremenda tragedia scuote il mondo del pattinaggio su ghiaccio, la russa Ekaterina Alexandrovskaya si è suicidata nelle scorse ore lanciandosi dalla finestra del suo appartamento, situato a Mosca.

Ekaterina Alexandrovskaya
Ryan Pierse/Getty Images

Vent’anni compiuti lo scorso 1 gennaio, la morte della pattinatrice è stata rivelata dall’agenzia Tass, che ha rivelato come la giovane abbia lasciato un biglietto nella sua camera con scritto ‘Amore‘. Stando a quanto riferito inoltre dall’emittente televisiva Ren, la Alexandrovskaya avrebbe bevuto prima di compiere il folle gesto. Nella sua carriera, iniziata all’età di 4 anni, la pattinatrice russa aveva vinto nel 2017 il titolo mondiale juniores in coppia con l’australiano Harley Windsor. L’anno successivo l’esordio tra i grandi, con annessa partecipazione alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018, chiuse al diciottesimo posto.

Ekaterina Alexandrovskaya
Jamie Squire/Getty Images

Alla fine del 2019 la separazione, avvenuta in seguito ad un infortunio di Ekaterina mai chiarito, causa del ritiro dal pattinaggio di entrambi gli atleti. Affranto Harley Windsor sui social: “nessuna parola può descrivere come mi sento in questo momento: sono devastato e sconvolto. Ciò che abbiamo raggiunto durante la nostra collaborazione è qualcosa che non potrò mai dimenticare e che mi terrò sempre vicino al cuore. Riposa in pace Katia“.