Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Un secondo posto in mattinata, un ottavo posto nel pomeriggio quando la Yamaha fa più fatica. Tutto sommato una buona giornata di prove libere per Valentino Rossi, nuovamente impegnato sulla pista di Jerez per il back to back in Andalusia.

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il ‘Dottore’ dopo le FP2 ha fatto il punto della situazione: “sono contento di questa giornata, è un buon tempo e un segnale positivo per il week end perché abbiamo cambiato un po’ di cose nell’assetto della mia Yamaha e riesco ad andar meglio e a essere più veloce. Nel pomeriggio, come al solito, le temperature si alzano e fatico di più, ma riesco a guidare meglio e a consumare meno le gomme ed è una cosa molto importante. Ho un buon passo anche con le mescole usate, devo migliorare la percorrenza nelle curve 2, 3 e 7, ma sento di essere più competitivo della settimana scorsa quando la moto scivolava ed era difficilissimo“.

Ai microfoni di ‘Motorsport’ Valentino Rossi ha poi sottolineato come sia fondamentale il supporto della Yamaha: “abbiamo cambiato un po’ di cose nella squadra, perché avevamo bisogno di una direzione tecnica diversa. Naturalmente, ci vuole un po’ di tempo, perché non è facile. E’ sempre un po’ difficile fare le modifice, anche politicamente. Da fuori sembra più facile, però ho bisogno che la mia squadra e la Yamaha mi supportino e che credano che io possa andare forte, perché ho bisogno di qualcosa di diverso rispetto agli altri. Speriamo che sia la strada giusta, perché mi sono trovato subito meglio. La settimana scorsa è stato molto frustrante, perché mi accorgevo di andare piano anche dalla moto, come è successo per esempio l’anno scorso in Malesia o ad Aragon e a Motegi. Posso essere molto più competitivo di così e dobbiamo solo trovare la via. Ma è solo il primo giorno, quindi dobbiamo continuare a lavorare, anche se sicuramente sono più ottimista“.