dovizioso
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Un podio quasi insperato per Andrea Dovizioso e la Ducati, un terzo posto davvero esaltante per il forlivese, riuscito a sfruttare al massimo la caduta di Marc Marquez per ottenere un buon bottino di punti.

dovizioso
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Questo risultato però non cancella le difficoltà della DesmosediciGP, come ammesso dallo stesso Dovi ai microfoni di Sky Sport: “mi aspettavo di essere là davanti, ma in gara sono andato peggio di quanto speravo. Eravamo un gruppone, ho usato la testa e sono rimasto calmo. Non sono riuscito mai ad andare forte, grazie al lavoro fatto a casa in queste due settimane siamo riusciti a prenderci il podio. Abbiamo fatto un gran lavoro, non eravamo veloci ma siamo arrivati lassù. La temperatura era molto alta, sono arrivato alla fine con poche energie. La vittoria di Fabio e la caduta di Marc è influente sul campionato, Marquez quando deve recuperare va molto forte, quindi sarà da temere. La prossima gara sarà decisiva, le temperature saranno estreme e dovremo stare attenti. Sono contento del podio ma dobbiamo migliorare, perché non siamo veloci. Miglioreremo la nostra prestazione, il punto è che quando non hai velocità devi usare altre carte per fare il podio. Questo è quello che ci manca e dobbiamo migliorare, perché senno si complica tutto. Quando è arrivato Marc e ho visto la sua velocità, è stato disarmante“.

Attraverso la nota stampa Ducati, Dovizioso ha aggiunto: questo podio per me è quasi come una vittoria. È stata una gara davvero difficile e non pensavo di poter ottenere questo risultato, ma fortunatamente non ho mai mollato fino alla fine e sono riuscito a non commettere errori. Nel warm up di questa mattina il team ha fatto davvero un grande lavoro, riuscendo a migliorare il mio feeling con la Desmosedici GP e dandomi la possibilità di essere costante oggi in gara. Purtroppo non mi sentivo però ancora completamente a mio agio e, soprattutto, mi mancava velocità. Sicuramente, grazie al feedback di questa gara, riusciremo ad essere più competitivi nel prossimo GP, che si correrà nuovamente qui a Jerez domenica prossima”.