Ph. Instagram Roberta Agosti

La morte di Roberta Agosti ha sconvolto ieri il mondo del ciclismo, già colpito dall’incidente di Alex Zanardi dello scorso 19 giugno. La compagna di Marco Velo, ex corridore pro’ e assistente del ct Cassani, non ha avuto scampo in seguito ad uno scontro frontale con un camion, avvenuto durante un allenamento lungo una stretta strada di campagna verso Lonato.

roberta agosti
Ph. Instagram Roberta Agosti

Per Roberta non c’è stato nulla da fare, come ammesso anche da un affranto Marco Velo alla Gazzetta dello Sport: “due anni fa ho conosciuto Roberta andando in bicicletta, entrambi uscivamo da storie importanti. Stavamo insieme da un anno e mezzo. Ora la bicicletta me l’ha portata via. La strada saliva all’1%, andavamo piano, intorno ai 25 km/h. Eravamo su un lungo rettilineo senza buche. Davanti a Roberta sono caduti 3-4 compagni di allenamento e lei per evitarli ha scartato a sinistra. In quel momento è arrivato in direzione opposta il camion. Di solito non lasciava mai la mia ruota mentre in questo caso io mi trovavo davanti al gruppetto mentre lei era nelle retrovie. Ho provato a rianimarla ma non c’è stato nulla da fare“.

Cassani
Pier Marco Tacca/Getty Images

Un incidente tremendo che ha portato via un punto di riferimento della bike academy di Davide Cassani, dal momento che Roberta teneva anche corsi di yoga durante gli stage sportivi organizzati in Spagna dall’associazione. “Eravamo in una situazione di massima sicurezza – prosegue il compagno Marco Velo avevamo scelto quella strada in mezzo ai vigneti, in 50 km avremo incontrato 5 macchine. In questo caso non si può parlare di scarsa sicurezza stradale“.