Ralf Rangnick
Foto Getty / Alexander Hassenstein

Sembrava tutto fatto, ma adesso arriva un clamoroso dietrofront. Ralf Rangnick si allontana dal Milan. Il giornale tedesco Kicker, secondo quanto riferito da Sky Sport durante la telecronaca di Sassuolo-Milan, rimbalza la voce di un possibile rinnovo fra il manager tedesco e il Lipsia. I primi contatti fra il Milan e Rangnick risalgono al pre-lockdown, quando Pioli avrebbe solo dovuto ricoprire il ruolo di traghettatore. Attualmente, visto l’ottimo finale di stagione dei rossoneri, sono cresciuto le quotazioni di Pioli che ha ottenuto la fiducia dei calciatori, dei tifosi e anche della dirigenza.

La conferma arriva dallo stesso Rangnick che ha emesso tale comunicato: “l’AC Milan e io riteniamo, in comune accordo, che non è il momento giusto per una collaborazione. Per questo, tenendo conto della buona evoluzione dei risultati sotto la guida di Pioli, abbiamo deciso insieme che non assumerò alcuna funzione al Milan“.

Nel post patita di Sassuolo-Milan arriva anche la conferma del Milan che, attraverso un comunicato ufficiale, annuncia il rinnovo di Stefano Pioli per altre due stagioni: “AC Milan annuncia di aver raggiunto un accordo con Stefano Pioli per l’estensione di due anni del suo contratto come allenatore della prima squadra maschile, che pertanto scadrà a fine giugno 2022“.