Pioli
Marco Luzzani/Getty Images

Serata magica per il Milan, che conquista una vittoria pazza al cospetto della Juventus capolista, ribaltata 4-2 dopo il doppio svantaggio maturato a inizio ripresa.

Ibrahimovic
Marco Luzzani/Getty Images

Tre punti pesantissimi per i rossoneri che salgono momentaneamente al quinto posto in classifica, continuando la propria rincorsa verso la zona Europa League, obiettivo dichiarato del club. Felice e soddisfatto nel post gara Stefano Pioli, che ha espresso il proprio punto di vista ai microfoni di DAZN: “i complimenti li giro ai miei giocatori, stanno dimostrando uno spirito incredibile, anche dalle difficoltà c’è voglia di reagire, sono stati premiati da un grande risultato e da una grande vittoria“.

Milan-Juventus
Marco Luzzani/Getty Images

L’allenatore rossonero poi ha proseguito: “abbiamo portato avanti le nostre idee per raggiungere un obiettivo importante, fino a poco tempo fa la classifica non rispecchiava le nostra qualità, ci siamo ricompattati, la squadra sta bene soprattutto mentalmente. Non abbiamo ancora fatto niente, le prossime gare saranno molto impegnative, dobbiamo pensare subito al Napoli. Soddisfazione sì ma anche concentrazione, dobbiamo stare sul pezzo. Se possibile dobbiamo anche migliorare, in passato abbiamo pagato dazio e abbiamo imparato dai nostri errori“.

Pioli
Marco Luzzani/Getty Images

Negli ultimi giorni si è parlato dell’arrivo di Rangnick nella prossima stagione, Pioli però non ci pensa: “non sto pensando per niente al 3 agosto, sto pensando alla gara col Napoli, a fare bene quello che mi piace fare. Siamo diventati squadra, ci conosciamo bene. Non sto pensando a cosa succederà il 3 agosto perché sto troppo bene con la squadra, quello che sarà sarà, non sono preoccupato per quello che sarà il mio futuro. Sarebbe giusto toglierci anche qualche altra soddisfazione per il lavoro che stiamo facendo. Mi aspetto di finire bene il campionato e di centrare l’obiettivo per il quale siamo stati chiamati. Abbiamo passato anche momenti delicati, a volte non siamo riusciti a raccogliere risultati importanti. Il mio desiderio è di allenare, mi piace quello che faccio, ho trovato una squadra con cui sto bene, poi quello che sarà lo vedremo al 3 agosto. Non sto pensando al mio futuro, non è mai successo giocare in questo periodo, il dispendio di energia è importante, non posso spendere energie per pensare a situazioni che non dipendono solo da me“.

Kessie
Marco Luzzani/Getty Images

Infine la chiosa sul prossimo match di Napoli: “stiamo bene ma non abbiamo fatto ancora niente, dobbiamo recuperare energie e pensare al Napoli, contro un grande avversario e contro un grande allenatore, lo ha fatto al Milan e lo ha confermato al Napoli“.