Ibrahimovic
Marco Luzzani/Getty Images

Dopo le vittorie con Lecce e Roma, il Milan ha fatto un mezzo passo falso contro la Spal. I rossoneri hanno agguantato un pareggio in extremis, buttando via due punti importanti in ottica Europa League viste le sconfitte di Roma e Napoli. A Ferrara si è sentita la mancanza di un bomber: tante le occasioni create, poche quelle realmente pericolose.

Dall’ingresso di Ibrahimovic l’attacco è diventato più pericoloso, seppur lo svedese non sia apparso in grande forma dopo un lungo stop. A tal proposito, contro la Lazio, Ibra non partirà titolare. Pioli ha spiegato il motivo in conferenza stampa: “Ibrahimovic? Forse nemmeno lui sa quanti minuti ha nelle gambe. La sua condizione migliorerà giocando, ieri ha fatto un buon allenamento. Spero di aumentare il suo tempo di impiego domani sera“.

Intanto però il futuro dello svedese in rossonero non sembra poi così certo. Secondo quanto riporta Sky Sport, l’ipotesi di un ritorno in patria è ben presente nella testa di Zlatan. Il bomber di Malmoe potrebbe chiudere la carriera all’Hammarby, club di Stoccolma del quale detiene il 25% delle quote societarie e con il quale si è allenato durante il lockdown. Il progetto Milan, improntato sui giovani, potrebbe dunque partire proprio con l’addio del 39enne svedese.