Ralf Rangnick
Foto Getty / Alexander Hassenstein

Io terrei Pioli, perché conosce il nostro calcio“, si è espresso così  Ariedo Braida, ai microfoni di ‘Radio anch’io sport’ su Rai Radio 1, in merito all’interesse del Milan per Ralf Rangnick come sostituto di Stefano Pioli. L’ex dirigente rossonero confermerebbe l’attuale allenatore che sta facendo molto bene nel finale di stagione: “Rangnick dovrebbe invece pagare un periodo di apprendistato, prendere ora un allenatore straniero che non conosce il nostro campionato è un rischio. Pioli sta facendo molto bene. Rangnick è un allenatore importante, ha fatto cose molto buone, conosco persone in Germania che mi hanno parlato bene di lui: è uno che si muove, una settimana fa era in Svizzera a guardare una partita, ha una visione avveniristica del calcio. Ragnick direttore tecnico e Pioli allenatore? Non lo farei. Sono due persone forti e non creerei contrapposizioni, perché se le cose vanno bene ok, ma se non vanno la colpa sarebbe dell’allenatore“.