Cristiano Ronaldo
Foto Getty / Marco Luzzani

Pirotecnico pareggio fra Juventus e Sassuolo con 3 gol a testa e tante occasioni da ambo le parti. Partita divertente per gli appassionati di calcio, un po’ meno per i tifosi bianconeri disabituati a vedere la propria squadra in completa balia degli avversari. Era già successo contro il Milan nel netto ko per 4-2. Contro l’Atalanta sono serviti 2 rigori per acciuffare un punto. Contro il Sassuolo invece solo un super Szczesny ha tenuto in piedi un pareggio importante per la corsa scudetto, ma che di fatto apre una crisi.

Domenico Berardi
Foto Getty / Marco Luzzani

Il portiere polacco è risultato il migliore in campo, nonostate 3 gol subiti, il che la dice abbastanza lunga sulla prestazione dei compagni. Juventus che parte sempre forte, poi cala alla distanza e senza i guizzi di Ronaldo e Dybala ha difficoltà a portare a casa la partita. Doppio vantaggio immediato per i bianconeri che sbloccano la partita con Danilo e raddoppiano con Higuain. Il Sassuolo però non esce mai dalla partita, macina gioco con intensità e qualità e trova addirittura 3 reti con Djuricic, Caputo e Berardi. Nel quarto d’ora finale la rete di Alex Sandro pareggia i conti.

Cristiano Ronaldo
Foto Getty / Marco Luzzani

Due soli punti in 3 partite giocate. Tre gare senza vittorie. Nove gol subiti in 3 gare da quella che, da diversi anni, è considerata, negli interpreti e con il sostegno dei numeri, la miglior difesa della Serie A. Fortuna vuole che alle spalle dei bianconeri la Lazio continui a steccare e Atalanta e Inter (che in caso di vittoria contro la Spal andrebbe a -6) abbiano dovuto colmare un margine importante. La Juventus ha comunque partite complicate all’orizzonte: Lazio e Roma sono avversarie ostiche, le trasferte di Udine e Cagliari non sono da sottovalutare per una squadra che arriva allo sprint scudetto col fiato corto.