Sarri
Emilio Andreoli/Getty Images

Ai ragazzi ho detto: ‘se avete vinto con me siete proprio forti, perché non avevo mai vinto niente‘ (ecco il VIDEO)”. Si è espresso così Maurizio Sarri dopo la vittoria dello scudetto da parte della Juventus.

Maurizio Sarri
Foto Getty / Alessandro Sabattini

L’allenatore bianconero è poi tornato serio analizzando la stagione dei suoi ragazzi, complicata da tanti fattori, presenti in campo ed extra campo. Sarri ha anche ammesso la difficoltà nel far coesiste Ronaldo e Dybala, vera marcia in più della Juventus post Covid: “vincere è difficile, ogni anno diventa più complicato. Dare qualcosa per scontato nello sport è una delle più grandi bugie che si possano dire, per questo gruppo non è stata certo una passeggiata. Trovare le motivazioni non è stato semplice per una squadra abituata a vincere, ma il presidente Agnelli dà benzina, è presente a tutti gli allenamenti, scambio idee con lui tutti i giorni. La società qui ha un ruolo importante, con un livello di organizzazione da top club europeo. Quest’anno abbiamo trovato difficoltà tattiche per far convivere le caratteristiche di certi elementi della rosa. Non era scontato, Dybala e Ronaldo per esempio sono due fuoriclasse assoluti ma non semplici da far coesistere, l’anno scorso s’è visto. Comunque col passare dei mesi ho conosciuto le persone che allenavo, non soltanto i professionisti. Prima del lockdown abbiamo dato una sensazione di grande ordine e solidità che poi abbiamo un po’ smarrito, sulla continuità abbiamo ancora margini di miglioramento“.