marotta
Valerio Pennicino/Getty Images

Ci sono amarezza e delusione per aver perso dopo la prestazione della prima parte di gara e per gli episodi, vedi il calcio di rigore sbagliato. Ci siamo dilungati con Conte e insieme alla dirigenza per fare una disamina del momento e esprimere il nostro disappunto per una vittoria che non è arrivata”. Si è espresso così Beppe Marotta, ad dell’Inter, nel giorno successivo all’amaro ko contro il Bologna.

Ai microfoni di Sky Sport, Marotta ha inoltre aggiunto un pensiero a proposito di Conte e di due singoli come Lautaro ed Eriksen: “Conte ha iniziato a pensare alla prossima, è arrabbiato, la critica anche a se stesso serve a far capire che uomo è. Esistono due elementi: la parte agonistica cioè il campionato e l’europa League, e il calciomercato. Noi non vogliamo vendere giocatori importanti, Lautaro Martinez può essere in un momento involutivo, le voci lo condizionano. Deve ritrovare la serenità per togliersi soddisfazioni e garantire all’Inter il suo contributo. Eriksen? Si è inserito con difficoltà, certo, ma è un grande giocatore. Può dare di più, lo aspettiamo e Conte sta facendo bene. Mancano otto partite, dobbiamo ottenere il massimo, abbiamo subito solo quattro sconfitte che sono tante per gli obiettivi dell’Inter ma poche se pensiamo alla crescita della squadra. Dobbiamo crederci, partecipare per vincere“.