Conte
Alessandro Sabattini/Getty Images

L’Inter crea tanto, ha numeri positivi, ma poi i risultati non arrivano. Antonio Conte mostra tutta l’amarezza della situazione in casa nerazzurra dopo la sconfitta contro il Bologna, parlando in conferenza stampa prima della gara contro il Verona: “la delusione c’è, il fatto che la partita successiva arriva in poco tempo è meglio perché rimane sicuramente qualcosa a livello di amarezza ma ti devi impegnare e concentrare per il prossimo avversario. Il Verona? La prepariamo come sempre, cercando di far conoscere ai miei giocatori nei minimi dettagli l’avversario. Dovremo essere bravi, fare più attenzione: l’importante è che la squadra conosca che tipo di partita andremo a fare. Juric è bravo. Dovremo rispondere colpo su colpo dal punto di vista tattico ma anche atletico. Quello che cerchiamo di fare con i ragazzi e la mentalità che si vuole inculcare è quella di non pensare se si gioca in casa o in trasferta, al di là di questo periodo in cui non c’è il pubblico. Noi abbiamo sempre la voglia di fare la partita, di proporre il gioco: questo è importante. Abbiamo numeri buoni sul possesso palla e sulle azioni pericolose: il problema è che quando non viene il risultato puoi anche avere numeri buoni…”.