Il PGA Tour propone il Rocket Mortgage Classic (2-5 luglio), quarto evento dopo la ripresa seguita allo stop per l’emergenza sanitaria. Sul percorso del Detroit Golf Club, a Detroit nel Michigan, mancheranno numerosi big, compresi i primi cinque del World ranking a iniziare dal leader Rory McIlroy, che si sono concessi una pausa dopo tre tornei di fila, e inoltre saranno fuori Dylan Frittelli, Harris English e Chad Campbell, che era prima riserva, perché risultati positivi al test per il coronavirus, ma asintomatici. Nuovamente assente Tiger Woods, che dovrebbe tornare in occasione del Memorial Tournament (16-19 luglio).

Pur con le defezioni, il field è di buona qualità con Webb Simpson, numero sei mondiale, che torna in campo dopo una breve quarantena volontaria per la positività di un parente e dopo aver superato tutti i controlli sanitari, assumendo il ruolo di favorito anche alla luce del successo nel RBC Heritage, il settimo firmato sul tour dal 35enne di Raleigh (North Carolina), un major compreso.

Da seguire anche Bryson DeChambeau, numero dieci del ranking, uno dei giocatori più tonici reduce da tre top ten di fila, al quale è mancato sempre qualcosa nel giro conclusivo per prevalere. In gara anche Patrick Reed, numero sette, che però non ha ancora il passo giusto, Rickie Fowler, Tony Finau, Bubba Watson, il giapponese Hideki Matsuyama, l’inglese Tyrrell Hatton, l’australiano Jason Day e i due giovani emergenti Matthew Wolff e il norvegese Viktor Hovland. Per Steve Stricker, invece, un occhio al suo gioco e uno su concorrenti che possano interessarlo come capitano USA alla prossima Ryder Cup. Particolarmente motivato Will Gordon, che dopo il terzo posto della scorsa settimana nel Traveler Championship, dove era entrato nel field per un invito dello sponsor, si è visto offrire dal PGA Tour una Special Temporary Membership, che ha accettato, aprendosi una strada per arrivare a una posizione stabile sul circuito. Difende il suo unico titolo Nate Lashley, 37enne di Scottsbluff (Nebraska), con rare possibilità di ripetersi. Il montepremi è di 7.500.000 dollari.

PGA Tou: nuove procedure anti Covid-19 – Ancora tre giocatori positivi al test per il coronavirus, come detto, i primi rilevati dopo l’attuazione di nuove norme di prevenzione seguite ai precedenti casi di positività di Nick Watney, Cameron Champ, Denny McCarthy e di due caddie. Infatti ora tutti gli addetti ai lavori vengono sottoposti ai test come in precedenza, ma possono accedere al luogo di gara solo dopo che si sono saputi gli esiti dei vari esami, mentre in precedenza si poteva entrare anche in attesa di conoscerli. Il PGA Tour ha dato questa ulteriore stretta, insieme ad altri accorgimenti, alle procedure anti Covid-19 compresi provvedimenti per coloro che non si atterranno strettamente alle norme.