renato paratore
Ross Kinnaird/Getty Images

Ottima partenza di Renato Paratore, secondo con 65 (-6) colpi dopo il giro iniziale del Betfred British Masters, primo di una serie di sei tornei denominati “UK Swing”, quattro programmati in Inghilterra e due in Galles, tutti a porte chiuse, con cui è ripartito l’European Tour, interrotto per la  pandemia a marzo e dopo l’antefatto a metà luglio di due eventi in Austria organizzati insieme al Challenge Tour.

Sul percorso del Close House GC (par 71), a Newcastle-upon-Tyne in Inghilterra, Paratore è alla pari con gli inglesi Oliver Fisher e Garrick Porteous e il trio rende un colpo al leader, lo scozzese David Law (64, -7). Quest’ultimo, 29enne di Aberdeen con un titolo sul circuito maggiore (Vic Open, 2019) e uno sul Challenge Tour, è stato impeccabile con sette birdie senza bogey, ma anche l’azzurro non è stato da meno con i suoi sei birdie e nessun errore confermando il suo buon momento palesato anche nell’Austrian Open (15°)..

Seguono in quinta posizione con 66 (-5) il canadese Aaron Cockerill, il portoghese Pedro Figueiredo, l’inglese Lee Slattery e il danese Rasmus Hojgaard, a segno nel Mauritius Open a dicembre, e si trovano tra i concorrenti in nona con 67 (-4) gli inglesi Eddie Pepperell e Ben Stow e lo spagnolo Pablo Larrazabal. In 18ª  con 68 (-3) l’iberico Miguel Angel Jimenez, 56enne di Malaga, con 21 titoli dei quali 14 ottenuti dopo i 40 anni e ancora altamente competitivo, che sta disputando il torneo numero 706 sul circuito e ha eguagliato per presenze lo scozzese Sam Torrance. In 50ª con 70 (-2) l’inglese Lee Westwood, ambasciatore dell’evento.

Ha tenuto un buon passo Andrea Pavan, 29° con 69 (-2, tre birdie, un bogey), stesso score dello svedese Marcus Kinhult, che difende il titolo, ha girato nel 71 del par Guido Migliozzi, 75°, e sono andati sopra par Edoardo Molinari, 87° con 72 (+1), Lorenzo Scalise e Francesco Laporta, 100.i con 73 (+2).

Si gioca, come detto, a porte chiuse con i giocatori e tutti gli altri addetti ai lavori sottoposti ai test per il Covid-19 dagli specialisti della Cignpost, azienda che fornisce i risultati entro due ore. Pieno rispetto delle distanze sociali e delle rigide norme di sicurezza dettate dalla Health Strategy del dottor Andrew Murray, Chief Medical Officer dell’European Tour, in consultazione con dirigenti sanitari di FIFA, World Rugby e ATP e sotto la regia di Cignpost. Il montepremi è di 1.250.000 euro.

Il torneo su GOLFTV – Il Betfred British Masters viene trasmesso in diretta da GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it). Seconda giornata: giovedì 23 luglio, dalle ore 13 alle ore 15 e dalle ore 16 alle ore 19. Su Eurosport 2 ed Eurosport Players diretta stessi orari.

TRICOLORI BABY: TITOLI A SPLUGA E A CASARTELLI – Edoardo Spluga (Verona) e Diana Maria Casartelli (Ambrosiano) hanno vinto i Campionati Nazionali Baby maschili e femminili disputati sul percorso del Golf Club Cavaglià (par 68), che ha ospitato per la prima volta un evento tricolore. Nel torneo maschile Edoardo Spluga di Altavilla Vicentina, dodici anni da compiere, ha fatto corsa di testa, partendo molto forte con un 63 (-5) e poi mantenendo alto il ritmo con un 66 (-2) per un totale di 129 (-7) con cui ha lasciato a tre colpi il tenace Filippo Bonomi (Arzaga, 132, -4). Distacco maggiore per Pietro Imperlati (Firenze) e per Federico Tadini (Des Iles Borromées) con 139 (+3) colpi.

Nel campionato femminile Diana Maria Casartelli, milanese, anche lei alla soglia dei dodici anni, ha concluso con 141 (71 70, +5), rimontando dalla terza piazza e lasciandosi alle spalle Matilde Andreozzi (Castelgandolfo) ed Emanuela Appendino (Royal Park I Roveri), stesso 145 (+9).  Al quarto posto con 146 (+10) Siria Ballini.