Hamilton
Mark Thompson/Getty Images

Lewis Hamilton vince nuovamente il Gp dell’Ungheria per l’ottava volta in carriera, eguagliato il record di successi in un singolo Gp di Michael Schumacher. Il pilota britannico domina la gara fin dal primo giro chiudendo davanti a Max Verstappen e Valtteri Bottas.

Lewis Hamilton
Foto Getty / Mark Thompson

Nel post gara Hamilton appare raggiante: “noi continuiamo a spingere, lo abbiamo dimostrato con il giro veloce alla fine. Devo ringraziare tutti, quelli che lavorano al dipartimento motori, siamo migliorati tanto. E’ una delle mie gare preferite di sempre, quando sei da solo è diverso. Avevamo un grande passo, ma è stata gestita alla grande da tutti. Chiamata perfetra per prendermi il punto in più. La prima gara sono stato colpito da una raffica di cazzotti ma mi sono ripreso. Fantastico il secondo weekend, anche il terzo sono stato sul pezzo e ora sono avanti nel mondiale“.

Max Verstappen mascherina
Mark Thompson

Verstappen contento per il secondo posto, specialmente dopo l’incidente nel giro di formazione: “inizio complicato, non proprio quello che volevo. Sono finito contro le barriere perdendo l’aderenza, però i meccanici hanno fatto un lavoro fantastico. Ripagarli con una seconda posizione mi soddisfa molto. Il primo giro è stato cruciale, dopodichè abbiamo fatto le chiamate giuste. Avevamo un buon passo, abbiamo continuato a metterci in mezzo alle due Mercedes. È un buon risultato. Valtteri mi stava riprendendo un secondo a giro, ma seguire è piuttosto complicato, quando è arrivato a circa un secondo è stato difficile per lui. Avevamo del traffico davanti all’ultimo giro, ma sono riuscito a tenere duro e chiudere secondo“.

Bottas
Pool/Getty Images

Bottas deluso per la sua prova: “gara negativa, partivo secondo e avevo l’obiettivo di vincere. Ho perso tante posizioni in partenza, ho cercato di reagire ad una luce che avevo sullo schermo, non so cosa sia successo. Poi le cose non sono andate bene, ho perso tanta aderenza. È andata così. Sono rimasto in lotta fino alla fine, sono arrivato vicinissimo a Verstappen, ma ho perso tanti punti. L’azzardo finale con le gomme non ha ripagato. Abbiamo tante cose da imparare da questo weekend per essere forti a Silverstone“.