macchina Leclerc
Bryn Lennon/Getty Images

Dopo diverse, interminabili, settimane di stop dovute alla pandemia globale di Coronavirus che ha fermato il mondo dello sport, rivoluzionando o addirittura cancellando interi tornei di doverse discipline, la Formula 1 torna in pista. E lo fa nel segno della Mercedes subito protagonista in pista e al centro di grandi polemiche. Archiviata la questione das, giudicato legale nonostante le rimostranze Red Bull, dopo le qualifiche è stato Lewis Hamilton a finire nel mirino della scuderia austriaca che ha chiesto una penalità i 3 posizioni, accolta nella giornata odierna. Dietro Bottas dunque parte proprio Verstappen, per un duello che sembra potersi ripetere gara dopo gara per l’intero mondiale a discapito della Ferrari che dovrà dimostrare in pista di poter ridurre il gap con le altre due scuderie.

Leclerc
Charles Coates/Getty Images

Risposta che arriva, nonostante tante incognite. La Ferrari sa che deve lavorare di più sul piano dello sviluppo (imbarazzante a volte la differenza di velocità con le altre), ma sa anche che ha un talento di nome Charles Leclerc. Il pilota monegasco cerca di non perdere terreno dal gruppo di testa e sfrutta ogni singola possibilità per inseguire il sogno di un podio che, visti i dati del weekend, sembrava complicatissimo. Una defezione dopo l’altra (Verstappen e Albon su tutte), 3 safety car e soprattutto la penalità di Hamilton hanno permesso a Leclerc di agguantare uno strepitoso secondo posto con due manovre da capogiro su Norris e Perez nel finale di gara.

Bottas
Clive Mason/Getty Images

Niente da fare invece per Sebastian Vettel che chiude 10° dopo uno scontro con Sainz a metà gara, posizione ‘favorita’ da ben 9 ritiri. Il primo successo stagionale porta la firma di Valtteri Bottas: una vittoria sudata per il finlandese che tiene dietro Hamilton per tutta la gara ed è bravo a non perdere vantaggio e concentrazione viste le tante interruzioni. Il campione del mondo chiude secondo in pista, ma 4° in classifica dopo una penalità dovuta ad un contatto con Albon, giusto per gettare benzina sul fuoco nel duello con la Red Bull. Boccone amaro per la scuderia austria che, dopo le grandi polemiche del weekend, perde entrambi i piloti e resta a bocca asciutta.

Formula 1, Gp d’Austria LIVE:

Giro 71/71Valtteri Bottas vince il Gp d’Austria! Secondo posto per Charles Leclerc, terzo Lando Norris. Beffa per Hamilton che chiude secondo in pista, ma 4° a causa di 5 secondi di penalità

Giro 68/71Sergio Perez penalizzato per la troppa velocità in pit lane: 5 secondi. Albon si ritira

Giro 66/71 – Ancora Leclerc, staccata incredibile e sorpasso su Perez. Hamilton penalizzato di 5 secondi per il contatto con Albon: Leclerc è virtualmente secondo!

Giro 64/71 – Sorpasso pazzesco di Leclerc che si mette davanti a Norris in 4° posizione e firma il giro veloce in 1:07.901

Giro 61/71 – Esce la safety car, ma subito nuovo contatto: scontro Hamilton-Albon, ha la peggio il pilota Red Bull adesso 13° (ultimo)

Giro 55/71Kimi Raikkonen perde una gomma (non fissata!) e finisce contro le barriere! Terza safety car in pista

Giro 52/71 – Si ferma Romain Grosjean, ritiro anche per George Russell e safety car

Giro 45/71 – Novità sul ritiro di Max Verstappen: l’olandese è stato fermato in via precauzionale per un problema elettrico

Giro 41/71 – Duello Bottas-Hamilton in vetta, il finlandese sembra un po’ in difficoltà, Lewis spinge e recupera secondi

Giro 31/71 – Si gira Vettel! Contatto con Carlos Sainz, macchina non danneggiata: il tedesco 15° (penultimo). Non c’è investigazione sul contatto

Giro 27/71 – Si gira Magnussen, finisce fuori pista ed è costretto al ritiro. Entra in pista la safety car. Pit stop Mercedes e Ferrari. Ruota a ruota in uscita dai box fra Perez e Norris

Giro 23/71 – La Ferrari ‘finta’ l’entrata ai box per l’under cut con Leclerc, Racing Point non abbocca e Perez resta davanti

Giro 22/71 – Salgono a 3 i ritiri odierni: dopo Verstappen e Ricciardo, lascia la corsa anche Lance Stroll per un problema alla power unit

Giro 18/71 – Problemi per la Renault di Ricciardo, si ritira (problema sistema raffreddamento). Vettel passa Stroll e sale in 8ª posizione, Leclerc è 6°

Giro 11/71 – Si ferma la Red Bull di Verstappen! Possibile problema al cambio. Bottas lo doppia, Hamilton secondo

Giro 10/71 – Lewis Hamilton supera Albon al 4° posto

Giro 6/71 – Giro veloce per Bottas 1:09.051. Hamilton intanto sorpassa prepara l’attacco al 4° posto

Girro 3/71 – Bottas accelera in testa, Verstappen dietro di 2 secondi

15:15 – Inizia il Gp d’Austria! Bottas resta in testa, posizioni invariate: che duello fra Perez e Leclerc!

14:55 – I piloti si inginocchiano prima dell’inno austriaco, gesto simbolico in appoggio alla protesta ‘Black Lives Matter’. Leclerc (e altri) restano in piedi: il monegasco spiega perchè

14:45 – Lewis Hamilton penalizzato di 3 posizioni, accolto il ricorso Red Bull