horner
Mark Thompson/Getty Images

Neanche il tempo di iniziare che nel paddock di Formula 1 scoppia già la prima polemica. Il das Mercedes, dispositivo che permette di modificare la convergenza delle ruote anteriori della monoposto, sviluppato come ‘novità’ per il 2020 non va giù alla Red Bull che ha deciso di presentare un reclamo ufficiale per far luce sul suo lecito utilizzo.

Il team manager della Red Bull Christian Horner ha dichiarato: “è un sistema molto intelligente. Ma la domanda fondamentale per noi è se sia conforme alle normative in quella che è un’area fondamentalmente grigia? Ovviamente, vogliamo chiarezza perché ha un impatto sul resto di quest’anno. È qualcosa che è stato messo fuorilegge per il prossimo anno. Ma è giusto usarlo lo stesso per quest’anno?”.

Il team principal Mercedes Toto Wolff ha replicato: “rispetto la posizione di Horner, ogni chiarimento è benvenuto. Crediamo di avere ragione e ci sono state tante discussioni con la Fia. E per questo che abbiamo montato il sistema in macchina. Vediamo. Quello che mi spiace è che gli argomenti tecnici possano oscurare la ripartenza del campionato dopo il Covid“.