Jules Bianchi
Dan Istitene/Getty Images

Una vergognosa notizia irrompe dalla Francia, precisamente da Brignoles, dove un negozio legato all’associazione benefica intitolata a Jules Bianchi è stato svaligiato nella notte tra il 23 e il 24 luglio.

Jules Bianchi
Mark Thompson/Getty Images

A renderlo noto è stata la madre dello sfortunato pilota, morto in seguito ad un incidente al GP di Suzuka del 2014, quando andò a sbattere con la sua monoposto contro una gru. Dopo il suo decesso, i genitori costituirono un’associazione benefica che negli anni è arrivata ad aprire anche negozi e, proprio uno di questi, è stato svaligiato dai ladri. “Buongiorno a tutti. Vogliamo informarvi che il negozio dell’Associazione Jules Bianchi a Brignoles è stato derubato ieri sera” le parole di Christine Bianchi. “Pensiamo che i ladri vogliano vendere gli oggetti rubati (capi di abbigliamento per uomini e donne di tutte le età). Condividete questo messaggio il più possibile”. La merce venduta avrebbe contribuito a finanziare le attività dell’operazione, tra cui l’ospedale di Nizza.