Sainz
Mark Thompson/Getty Images

L’anno prossimo passerà alla Ferrari, ma prima di vestirsi di rosso Carlos Sainz Jr dovrà provare a portare sempre più in alto la McLaren.

Peter Fox/Getty Images

Lo spagnolo è felice della scelta compiuta qualche settimana fa, nonostante le ‘Rosse’ non stiano brillando in questo inizio di Mondiale. Poco male per il driver iberico, che ai microfoni di Sky Sport ha ammesso di non essersi pentito: “mi sento pronto per il 2021, mi motiva molto andare alla Ferrari, che non è nel suo miglior momento. Voglio dare il mio input e provare ad aiutarli, so che stanno già lavorando forte per migliorarsi per il prossimo anno. Negli ultimi 3-4 la Ferrari è sempre stata forte e competitiva. Con Leclerc parlo italiano e un po’ in inglese quando dobbiamo confrontarci su temi tecnici, mi trovo bene con lui e abbiamo un bel rapporto“. Mio papà è tranquillo, ha avuto una quarantena impegnativa con le negoziazioni via zoom e per lui è stato tranquillo. Anche mio nonno è stato entusiasta del mio passaggio in Ferrari“.

Sainz
Clive Mason/Getty Images

Sainz poi ha parlato dell’inchiesta aperta nei confronti della Racing Point, accusata di aver copiato la Mercedes 2019: “se l’hanno fatto nei regolamenti, tanto di cappello. Ma visto che è molto difficile, aspetto a giudicare. Il mio ingegnere mi dice che è impossibile copiare così, lasciamo giudicare alla FIA. La Mercedes è una macchina bellissima, un’altra categoria, sono più veloci in tutto. Non hanno punti deboli, a differenza dello scorso anno“.