Mattia Binotto
Foto Getty / Dan Istitene

Zero punti, con questo magro bottino la Ferrari chiude il week-end del Gran Premio di Stiria, iniziato male e finito peggio con l’incidente dopo poche curve avvenuto tra Leclerc e Vettel, costretti entrambi al ritiro.

Binotto
Charles Coates/Getty Images

Un epilogo tremendo che Mattia Binotto ha voluto commentare in prima persona, presentandosi ai microfoni di Sky Sport dopo aver sbollito la rabbia: “che la colpa sia di Leclerc è palese, ma Charles ha chiesto scusa a tutti e a Vettel. In questo momento però non vanno cercati colpevoli, bisogna lavorare insieme per migliorare la vettura in vista delle prossime gare. Tra i piloti non c’è problema, Charles ha riconosciuto il suo errore mentre Seb ha manifestato la propria delusione. Finire la gara in questo modo non va bene, ma andiamo avanti. Il rammarico è non aver fatto punti e completato la gara con entrambe le vetture, senza massimizzare le nostre potenzialità. Non abbiamo potuto confrontare la macchina con una settimana fa, il rammarico è vedere due macchine rosse ferme dopo pochi giri. Non è una situazione banale, la prima cosa da fare è capire l’origine del problema. Solo così potremo progredire. E’ giusto essere aperti, osservare e analizzare ed essere poi pronti a imboccare la strada giusta“.