Vettel
Mark Thompson/Getty Images

A pochi mesi dalla conclusione del rapporto tra Sebastian Vettel e la Ferrari, l’aria che si respira a Maranello è ormai di rassegnazione, visto che il tedesco e la Rossa non raggiungeranno il proprio obiettivo di vincere insieme neanche nel 2020.

Vettel occhiali
Quinn Rooney

Un rapporto pieno di alti e bassi quello tra il quattro volte campione del mondo e il Cavallino, gravato da alcune lacune che Timo Glock ha provato a individuare. L’ex driver della Toyota ha analizzato la situazione Vettel, esprimendo il proprio punto di vista: Vettel non ha mai avuto la possibilità di costruirsi un team vincente e su misura in Ferrari attorno a sé come era avvenuto con Schumacher. In questo avrebbe potuto trarre giovamento dall’avere un manager da mandare in avanscoperta senza esporsi in prima persona. Pensava di poter risolvere tutto da solo perché in Red Bull aveva funzionato, però, evidentemente è stato più facile per lui muoversi all’interno della Red Bull rispetto a quanto avvenuto in Ferrari“.