Vettel e Perez
Peter Fox/Getty Images

Lewis Hamilton aveva chiesto un intervento della Formula 1 sul tema della lotta al razzismo e, puntualmente, lo ha avuto.

Hamilton pugno podio
Pool/Getty Images

I vertici del circus sono intervenuti per ribadire con forza la propria contrarierà alle discriminazioni razziali, sottolineando come altre iniziative verranno promosse per combattere questa piaga sociale. In una nota pubblicata oggi, la Formula 1 ha ammesso: “porre fine al razzismo e aumentare la diversità e l’inclusione in Formula 1 è la nostra chiara priorità. Abbiamo svelato i nostri progetti al riguardo lo scorso novembre. Nelle ultime settimane abbiamo annunciato ulteriori piani per creare una task force che affronti questi problemi e una fondazione con oltre un milione di dollari già donati: gli obiettivi sono creare contratti di apprendistato e opportunità di lavoro per i gruppi sottorappresentati. Vogliamo porre le basi per un cambiamento duraturo e stiamo agendo in questo senso”.