Binotto
Charles Coates/Getty Images

Ennesima giornata disastrosa per la Ferrari, che nelle qualifiche del Gran Premio di Stiria non ha per niente brillato come avvenuto sette giorni fa. Anzi, le due Rosse hanno fatto ancora peggio con Vettel decimo e Leclerc addirittura quattordicesimo, dopo essere stato retrocesso di tre posizioni in griglia.

Foto Getty / Mark Thompson

Impietosa l’analisi di Binotto nel post-qualifica: “è stata una giornata davvero deludente, dobbiamo accettare il verdetto del cronometro che non mente mai. In due qualifiche sulla stessa pista, pur in condizioni diverse, non siamo mai stati competitivi. Non soltanto contro quelli che negli ultimi anni erano stati i nostri avversari diretti, ma nemmeno con altri che fino a ieri ci erano costantemente alle spalle. Abbiamo fatto tanti sforzi per anticipare una serie di aggiornamenti alla vettura ma in pista i risultati non si sono visti. Dobbiamo capire perché e lavorare per cambiare uno stato di cose che non è all’altezza di una squadra che porta il nome Ferrari. Niente reazioni emotive ma non possiamo nascondere la realtà”.